Collegio Geometri
e Geometri Laureati

Organi istituzionali
Commissioni e
Gruppi di lavoro

Servizi
agli Iscritti

Edicola
del Geometra

Agenda eventi
Formazione Professionale
Giovani e
Praticanti

Settori
tematici

Normativa e
legislazione

Informative ed
Approfondimenti

Forum di
discussione

Enti ed
Associazioni

Links utili
Altri Collegi
FAQ
Area riservata PA
Amministrazione trasparente
S.F.R. Franzoni
ITALIA SMART BUILDING S.R.L.
I Geometri Italiani a "TG2 Italia"
20/03/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Nella puntata odierna della rubrica televisiva si è parlato del pacchetto di misure fiscali dedicate alla casa, recentemente confermato dal Governo fino a dicembre 2019. In rappresentanza della Categoria, in studio è stato ospitato il Consigliere CNGeGL Luca Bini e, nel corso delle riprese svolte in esterno presso un cantiere, è stato ascoltato il Geometra Giorgio Mosetti   
 
La striscia di informazione “TG2 Italia” ha aperto l’edizione del lunedì con un focus che riepiloga le detrazioni fiscali a disposizione del proprietario di un immobile. La lista è articolata e le infografiche presentate dalla redazione hanno aiutato a fare chiarezza: nella dichiarazione dei redditi - viene ricordato - si può dedurre il 65% delle spese per il miglioramento dell’isolamento termico dell’edificio o per l’installazione di una nuova caldaia, il 50% del costo per la sostituzione degli infissi, arrivando fino al 75% - applicabile però a un tetto di spesa massimo di 40mila euro - se con i lavori di ristrutturazione si raggiungeranno indici elevati di prestazione energetiche, che dovranno essere certificati da un professionista.
 
Un’analoga attestazione sarà necessaria se il privato o il condominio decidono di effettuare dei lavori, quali la messa in sicurezza dell’appartamento o la riduzione del rischio sismico dell’edificio. Anche in questo caso, il tecnico dovrà rilasciare una documentazione comprovante le nuove prestazioni dell’immobile e le caratteristiche previste dalla norma che vengono osservate nell’opera eseguita.
 
Risulta evidente come non sia semplice orientarsi per un cittadino e questo aspetto viene subito messo in luce dal Consigliere CNGeGL Luca Bini, che ha premesso immediatamente: “E’ importante affidarsi a un professionista qualificato come il Geometra, che opera perfettamente in sinergia con gli altri esperti, tra i quali anche ingegneri e architetti, per stabilire quale tipo di intervento - fra quelli a disposizione - può essere scelto, oppure è conveniente selezionare in base al reddito. Una valutazione quest’ultima da fare di concerto con il commercialista o il proprio fiscalista”.  
 
Nel corso delle molteplici precisazioni rese in diretta alla conduttrice, il Consigliere CNGeGL Luca Bini ha inoltre sottolineato: “Malgrado le molteplici opportunità, in molti esitano. La ragione è una: ritengono che, in caso di vendita dell’immobile, perderanno la possibilità di continuare a portare in detrazione le misure. Si tratta, invece, di una scelta che va indicata con chiarezza al notaio, durante il rogito”.
QUI la puntata di “TG2 Italia” (il servizio è dal minuto 28:40 in poi)
QUI la galleria fotografica

Maggiori informazioni


La Rete delle Professioni Tecniche al tavolo del Governo
20/03/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

La Rete Professioni Tecniche è stata invitata a partecipare al tavolo istituzionale voluto dal Presidente del Consiglio dei Ministri per discutere sulle prossime norme in materia di opere pubbliche, al fianco dei rappresentanti del mondo delle costruzioni. All’incontro erano presenti le massime cariche istituzionali, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Vice Presidente del Consiglio Luigi Di Maio, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli
 
Nel corso dell’incontro (QUI la news), il Governo ha riferito come si stia muovendo su due diversi piani e la RPT ha espresso il punto di vista dei progettisti sulle linee di indirizzo illustrate dal Premier Conte. Da un lato si va verso una riforma organica del codice appalti. Dall’altro sta lavorando su due decreti legge aventi per oggetto lo sblocca cantieri e la semplificazione delle procedure.
 
“Il vigente Codice dei contratti pubblici – commenta RPT - per i professionisti dell’area tecnica ha rappresentato una importante conquista. La separazione dell’attività di progettazione da quella di esecuzione, l’affidamento dei lavori sulla base del progetto esecutivo e la rigida delimitazione del ricorso all’appalto integrato ne costituiscono i capisaldi, da sempre invocati dai professionisti come imprescindibili per tutelare la qualità della progettazione e garantire il rispetto dei tempi e dei costi di realizzazione delle opere pubbliche”.
 
“Teniamo a sottolineare con decisione che ogni tentativo di revisione del testo vigente non può riguardare i suoi principi fondanti, pena il ritorno alle dinamiche del passato (caratterizzate dal ricorso abnorme alle varianti in corso d’opera, con conseguente lievitazione dei costi e dilatamento dei tempi di costruzione) che evidentemente riscuotono ancora consensi interessati.
 
“Nel più generale ambito della progettazione delle opere pubbliche, inoltre, è ancora viva la nostra preoccupazione per l’istituzione di una struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici che, se focalizzata sulla progettazione interna e non sulla programmazione e sulla pianificazione strategica, potrebbe rivelarsi inefficace, se non controproducente, per un reale miglioramento dei processi realizzazione delle opere pubbliche”.  
 
 Oltre ad esprimere il proprio punto di vista sulle suddette questioni di carattere generale, la delegazione della Rete ha avanzato alcune proposte puntuali che potrebbero essere inserite nei decreti legge di prossima emanazione. In particolare si è proposto di:

-
  ricorrere alla progettazione semplificata per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
-  promuovere procedure semplificate e rapide per l’affidamento degli incarichi di servizi di architettura e ingegneria sotto la soglia dei 40.000 euro, abbandonando il criterio di selezione del prezzo più basso che rischia di cozzare contro il principio dell’equo compenso;
-  applicare la sussidiarietà dei professionisti nei confronti dei procedimenti ancora sottoposti all’autorizzazione da parte della pubblica amministrazione.

 

QUI il comunicato stampa RPT

Maggiori informazioni



Software per acquisire dati dal Catasto terreni - Docte 2
20/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Docte permette agli ordini professionali e alle associazioni di categoria di elaborare e fornire agli uffici provinciali - Territorio i dati delle denunce di coltura delle particelle censite al Catasto terreni.

Maggiori informazioni


Registrazione contratti di locazione: aggiornamento software di controllo RLI
20/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli.

Maggiori informazioni

Registrazione contratti di locazione: aggiornamento software di compilazione RLI
20/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Registrazione Locazioni Immobili (RLI), serve per richiedere agli uffici dell’Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione e affitto di immobili e comunicarne eventuali proroghe, cessioni o risoluzioni.

Maggiori informazioni


Comunicazioni relative alla provincia di Brescia
20/03/2019 - Regione Lombardia
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

BURL Serie Avvisi e Concorsi - Mercoledì 20 marzo 2019:


Comune di Alfianello (BS)
Avviso proroga termini di validità del documento di piano ex-art. 5 comma 5 - l.r. 31/14 e s.m.i.


Comune di Bedizzole (BS)
Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti la variante al piano del governo del territorio (PGT)


Comune di Corzano (BS)
Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti la variante al piano di governo del territorio (PGT)


Comune di Lonato del Garda (BS)
Avvio del procedimento per l’approvazione del piano di lottizzazione residenziale in via Mantova in località Monte Forca in variante al piano di governo del territorio (PGT), unitamente alla verifica di assoggettabilità alla valutazione ambientale strategica (VAS) ai sensi dell’art. 4, comma 2-bis della l.r. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i.


Comune di Polpenazze del Garda (BS)
Verifica di assoggettabilità alla valutazione ambientale (VAS) della proposta di piano attuativo in variante al piano di governo del territorio (PGT), riferito all’ambito denominato «AT 4» situato in via Lago Lucone


Comune di Sale Marasino (BS)
Verifica assoggettabilità alla valutazione ambientale strategica, (VAS) ai sensi dell’art. 97 della l.r. 12/05 e s.m.i. e art. 8 del d.p.r. n. 160/201005 e s.m.i. della proposta di intervento (SUAP), per l’ampliamento dell’attività produttiva in variante al piano di governo del territorio (PGT) vigente


Comune di Temù (BS)
Avviso di approvazione definitiva dell’ambito di trasformazione denominato ATR 13 in variante alle previsioni del piano di governo del territorio (PGT) vigente ai sensi degli artt. 12, 13 e 14 della l.r. 12/2005



Il Geometra Bresciano - Anno XLIV N. 1
19/03/2019 - Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)













EDITORIALE
- I crediti formativi: il problema dei pensionati
INTERVISTA
- Geometri volontari in Ruanda per un'esperienza ricca di umanità e professionalità
DALLA CASSA GEOMETRI
- Il contributo soggettivo passa dal 15% al 18%
DAL CNGeGL
- Formarsi per essere competitivi
- Notizie in breve
DAL COLLEGIO DI BRESCIA
- Presentati in Loggia I conventi ritrovati
- Notizie in breve
- Urbanistica periagricola, questa sconosciuta!
- Prezziario regionale della Lombardia edizione 2019
- Meeting Immobiliare 9/10 febbraio 2019
- Lavori in casa, mobili e giardini: riparte la stagione dei bonus fiscali
SINDACATO
- L'invarianza idraulica: nuovo campo professionale
SPORT
- Le manifestazioni sportive nazionali di Categoria nell'anno 2019
FORMAZIONE
- Crediti Formativi: Regolamento vigente CNGeGL (DPR 7.8.2012 n.137)
SCUOLA
- Al "Battisti" di Salò l'alternanza scuola-lavoro è 2.0
DAL NOTAIO
- La fiscalità indiretta nei trasferimenti immobiliari
CTU
- La fatturazione dei compensi CTU
EDILIZIA SOSTENIBILE
- Un percorso formativo ricorrente e condiviso
- Integrazione del PTR regionale: comunicazione della Consulta
- Cork House: la casa in paglia
CATASTO
- Calcolo del valore catastale di terreni e fabbricati ai ini dell'Imposta di Registro
- Notizie in breve
- Il Vademecum DOCFA
URBANISTICA
- Precisazioni sulle sanatorie in zona di vincolo paesaggistico
SICUREZZA
- La sicurezza nei cantieri e laboratori di restauro: un lavoro specialistico
AMBIENTE
- Il tema dell'ambiente ancora in prima pagina
RIGENERAZIONE URBANA
- Villanuova sul Clisi. La memoria, la rigenerazione e il futuro
GEOLOGIA
- La valutazione degli effetti di sito nelle Norme Tecniche per le Costruzioni
TECNICA
- Ponte Di Rialto - Venezia. Progetto di conservazione strutturale
CULTURA
- Fascino dell'estetica industriale
- La Parola agli Esperti
- Novità di Legge
- Aggiornamento Albo

Vai alla rivista


Software per la compilazione delle volture catastali
19/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Voltura è finalizzato alla presentazione su supporto informatico delle informazioni necessarie alla effettuazione delle volture catastali.

Maggiori inforamazioni

Software per acquisire dati dal Catasto terreni - Docte 2
19/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Docte permette agli ordini professionali e alle associazioni di categoria di elaborare e fornire agli uffici provinciali - Territorio i dati delle denunce di coltura delle particelle censite al Catasto terreni.

Maggiori informazioni

Software per la compilazione dei documenti tecnici catastali - Docfa 4
19/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Docfa permette la compilazione del modello di "Accertamento della Proprietà Immobiliare Urbana".

Maggiori informazioni

Saldo e stralcio
14/03/2019 - Cassa Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

La Cassa Geometri ha ricevuto il 19 febbraio u.s. la risposta dell’Agenzia delle Entrate Riscossione alla lettera di diffida dall’accogliere le istanze di “saldo e stralcio” delle somme iscritte a ruolo. 
La norma del “saldo e stralcio” (contenuta nelle legge di Bilancio 2019) prevede infatti la possibilità, per coloro che versano in grave e comprovata difficoltà economica (ISEE del nucleo familiare non superiore ad € 20.000,00  o avvio della procedura di liquidazione per crisi da sovraindebitamento), di poter estinguere i debiti (diversi da quelli fino ad € 1.000,00 già oggetto di stralcio nel d. l. n. 119/2018), intestati a persone fisiche, risultanti dai singoli carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, purché non oggetto di accertamento. 
La Cassa ha diffidato l’Agenzia delle Entrate Riscossione e Riscossione Sicilia perché la norma non trova applicazione in relazione alle cartelle esattoriali aventi ad oggetto morosità contributive, poiché le stesse derivano sempre da un’attività di accertamento.
Inoltre la norma presenta effetti pregiudizievoli in ordine al regime previdenziale perché gli anni per i quali l’iscritto si avvarrebbe del “saldo e stralcio” non potrebbero essere considerati validi ai fini della maturazione del diritto alla pensione.
Nella risposta, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato che si atterrà alle indicazioni ricevute, non accogliendo quindi le istanze di “saldo e stralcio” delle somme iscritte a ruolo pervenute dagli iscritti della Cassa Geometri e rimettendo alla Cassa l’elenco dei richiedenti, ai fini di eventuali definizioni successive.
 
Leggi QUI la lettera dell’Agenzia delle Entrate Riscossione 
 
Leggi QUI l’articolo di approfondimento del Presidente sul “Saldo e Stralcio”

Maggiori informazioni


l nuovo consiglio nazionale dei geometri e geometri laureati al servizio del paese
14/03/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Un mandato della durata di 5 anni è l’impegno che attende i neo componenti del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, ai quali - presso il Ministero di Giustizia – è stata ufficializzata la nomina che ne permette l’insediamento effettivo.
 
L’elezione di Maurizio Savoncelli, che ha svolto lo stesso ruolo anche nella passata consiliatura, è la prima riconferma. Ne seguono altre due, con incarichi diversi: Ezio Piantedosi come Vice Presidente e, con la qualifica di Segretario, viene nominato Enrico Rispoli. Entrambi erano in carica in precedenza: il primo come Segretario e il secondo quale Consigliere. Gli otto neo Consiglieri eletti sono Antonio Mario Acquaviva (prima Presidente del Collegio Provinciale di BAT - Barletta Andria e Trani), Luca Bini (prima Presidente del Collegio Provinciale di Varese), Paolo Biscaro (prima Presidente del Collegio di Venezia), Pierpaolo Giovannini (prima Presidente del Collegio Provinciale di Ferrara), Pietro Lucchesi (prima Presidente del Collegio Provinciale di Lucca), Paolo Nicolosi (prima Presidente del Collegio Provinciale di Catania), Bernardino Romiti (prima Presidente del Collegio Provinciale di Roma) e Livio Spinelli (prima Presidente del Collegio di Cuneo). 
 
“I futuri obiettivi sono chiari e condivisi con la nuova compagine – dichiara il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli – oltre a confermare la volontà di restare dei protagonisti della filiera dell’edilizia 4.0 che ritiene prioritaria la rigenerazione urbana e l’efficienza energetica, vogliamo consolidare il nostro ruolo centrale e strategico nella gestione del territorio. Una competenza che ci permette di offrire allo Stato un contributo professionale specifico per rilevare le fragilità ambientali e prevenire i rischi idrogeologici, grazie all’impiego di soluzioni tecnologicamente all’avanguardia in cui il Geometra è da sempre un esempio. Per tale ragione, e secondo il principio della sussidiarietà, inoltre, continueremo a metterci a disposizione del Paese nello svolgimento delle mansioni normalmente in carico alla pubblica amministrazione. Anche nel caso di “Proteggi Italia”, il nuovo piano del Governo presentato dal Premier Giuseppe Conte contro il dissesto idrogeologico, e del ddl “Cantiere Ambiente”, saremo al fianco della nazione. In questo la Categoria ha già dimostrato di essere all’altezza delle aspettative, come nella gestione delle operazioni necessarie dopo i recenti terremoti, le attività con gli enti territoriali quali i comuni, il Demanio, la Croce Rossa Italiana”.
 
“A tal proposito - aggiunge il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli - un forte impulso sarà dato alla collaborazione fra Collegi territoriali e Comuni, mediante la sottoscrizione di convenzioni ad hoc che interesseranno operazioni di censimento, due diligence, efficientamento energetico, attività di regolarizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare, rafforzando così la sinergia fra pubblico e privato, volta a favorire la coesione sociale e lo sviluppo economico. Anche la fattiva partecipazione nella Rete Professioni Tecniche e, analogamente, le relazioni con tutti gli altri professionisti, in primis i notai, saranno un impegno quotidiano”.
 
“Per fare questo - aggiunge il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli – ci vuole un grande sforzo comune. Da parte del Consiglio Nazionale questo obiettivo dovrà doverosamente essere raggiunto, continuando a garantire ai propri iscritti una formazione permanente di eccellenza, unitamente a una riforma del percorso di accesso alla professione che possa permettere ai futuri geometri di entrare nel mondo del lavoro con un bagaglio di conoscenze e abilità allineate alle aspettative della committenza e del cittadino”.

Maggiori informazioni


I Geometri sono per la progettazione di qualità
13/03/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

I professionisti dell’area tecnica non si sono espressi favorevolmente sul nuovo dipartimento sotto il controllo dell’Agenzia del Demanio che, in attesa di un decreto attuativo che ne definirà il nuovo ruolo, dovrebbe occuparsi di progetti di manutenzione ordinaria e straordinaria, oltre alla riqualifica e alla progettazione degli interventi di realizzazione di beni ed edifici pubblici. In uno speciale edito da “Il Giornale dell’Ingegnere”, è stato pubblicato il punto di vista anche del Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli
 
“I geometri, come le altre professioni tecniche, hanno accolto con preoccupazione l’inserimento di questa struttura nel quadro normativo: ricondurre ad un unico soggetto la progettazione di beni ed edifici pubblici significa abbracciare una logica di standardizzazione che, per sua stessa natura, non potrà tenere conto di variabili fondamentali quali, ad esempio, le caratteristiche geomorfologiche, orografiche e idrografiche del territorio, unitamente alle esigenze di natura sociale. Una direzione diametralmente opposta a quella che conduce ad una progettazione di qualità, che pone il progetto al centro del processo”.
 
Con queste parole il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli interviene nello speciale edito da “Il Giornale dell’Ingegnere” incentrato sul cambiamento previsto per la Centrale di progettazione dell’Agenzia del Demanio, introducendo una proposta “che va nella direzione di impiegare le risorse già stanziate nella definizione di una struttura di monitoraggio, capace di individuare le priorità di intervento sul territorio”.
 
Concludendo, aggiunge: “l’idea di assegnare allo Stato un ruolo di controllo sulle opere pubbliche non è nuova: era alla base dell’AVCP, l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici decaduta per effetto del Dl 90/2014, da più parti indicata come una delle cause del classico “ingorgo a imbuto” nella fase di controllo”.

Maggiori informazioni


Comunicazioni relative alla provincia di Brescia
13/03/2019 - Regione Lombardia
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

BURL Serie Avvisi e Concorsi - Mercoledì 13 marzo 2019:

Deliberazione del Consiglio provinciale del 1 febbraio 2019 - Adozione di variante semplificata al piano territoriale di coordinamento provinciale conseguente a proposta di modifica del Comune di Monticelli Brusati (BS)

Provincia di Brescia
Settore dell’Ambiente e della protezione civile - Ufficio VIA - Procedura di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (VIA)

Provincia di Brescia
Settore dell’Ambiente e della protezione civile - Ufficio VIA - Procedura di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (VIA)

Comune di Breno (BS)
Avviso di adozione, deposito e pubblicazione della variante n. 2/2017 al piano di governo del territorio (PGT)

Comune di Montirone (BS)
Adozione variante n. 9 del piano di governo del territorio (PGT) approvato con d.c.c. n.14 del 20 aprile 2009 e 15 del 22 aprile 2009 attinente i mappali 692 e 694 del foglio 4

Comune di Roe’ Volciano (BS)
Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti piano attuativo denominato «PA1 - via Ziliani» in variante al piano di governo del territorio (PGT) ai sensi dell’art. 14 della l.r. 12/2005

Comune di Villanuova sul Clisi (BS)
Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti la 4^ variante al piano di piano di governo del territorio (PGT) vigente


Equo compenso, una battaglia di tutti i lavoratori
12/03/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

La scelta di avvalersi di alte professionalità a titolo gratuito, in netta contraddizione con la previsione di equo compenso contenuta nella Legge di Bilancio 2018, è inaccettabile. Così le rappresentanze del Comitato Unitario delle Professioni e la Rete delle Professioni Tecniche in una nota congiunta commentano il recente bando del Mef con il quale la “Direzione Generale Sistema Bancario e Finanziario-Affari Legali” del Ministero delle Finanze intende avvalersi della consulenza a titolo gratuito di professionalità altamente qualificate.
 
Nel corso della passata legislatura la legge sull’equo compenso, fortemente voluta da CUP e RPT, ha posto un freno a questa deprecabile pratica, anche se la mancanza di concrete disposizioni attuative ancora ne limita l’efficacia.
 
E una recente sentenza del Consiglio di Stato (n. 1215/2019) e il citato Bando del Mef continuano, dunque, a sostenere la legittimità della gratuità della prestazione. Per questa ragione, il Comitato Unitario delle Professioni e la Rete delle Professioni Tecniche ribadiscono con orgoglio la necessaria tutela dei diritti costituzionali poiché questa battaglia non è solo dei professionisti iscritti agli ordini ma di tutti i lavoratori.
 
QUI il comunicato stampa congiunto CUP - RPT

Maggiori informazioni


Diagnosi energetica di edifici pubblici: linee guida ENEA
11/03/2019 - ENEA
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

La trasformazione di un sistema edificio-impianto in una realtà ad alte prestazioni energetiche, attraverso l’adozione di tecnologie per il miglioramento dell’efficienza energetica, non può prescindere da un’accurata analisi dello status quo del sistema edificio-impianto, al fine di individuare gli interventi più opportuni sull’involucro edilizio, sugli impianti tecnici anche attraverso il ricorso a fonti energetiche rinnovabili. La DE si configura comeuna procedura sistematica che dalla conoscenza del profilo di consumo energetico dell’edificio perviene all’individuazione degli interventi di miglioramento della prestazione energetica accompagnati da un’analisi costi-benefici che consente una classificazione degli stessi, in ordine di priorità decrescente.

Le linee guida preparate da ENEA, rappresentano uno strumento chiaro che, step by step, conduce il Referente della DE nello svolgimento della stessa descrivendo in maniera dettagliata le varie fasi della procedura. In particolare, la fase di analisi risulta esplicitata in numerosi passaggi, ossia:  costruzione dell’inventario energetico, calcolo degli indicatori di prestazione energetica, individuazione degli interventi di miglioramento della prestazione energetica, implementazione delle simulazioni del comportamento del sistema edificio-impianto e analisi costi-benefici degli interventi.

Si sottolinea che le linee guida rappresentano la chiave di volta per facilitare la conduzione delle DE, garantire l’omogeneità di esecuzione delle stesse al fine di organizzare i risultati ottenuti in banche dati utili per eventuali confronti tra i fabbisogni energetici degli edifici esistenti e quelli di riferimento per la stessa destinazione d’uso.
La redazione delle linee guida per l’esecuzione della Diagnosi Energetica (DE) di edifici pubblici si inserisce nell’ambito del Progetto dell’ENEA ES-PA  Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione

Documenti allegati:
Linee Guida per la  diagnosi energetica degli edifici pubblici
Schede Rilievo Scuole     
Schede Rilievo Uffici 
Format Rapporto Diagnosi Energetica  

Maggiori informazioni


Vince l'alleanza nell'orientamento
11/03/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

In un’intervista pubblicata in data odierna dal settimanale economico – finanziario Italia Oggi, il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli commenta i primi risultati ricevuti dal MIUR relativamente alle iscrizioni per l’anno scolastico 2019/2020 alla scuola secondaria di secondo grado.
 
Presidente Maurizio Savoncelli, in tutta Italia si assiste ad un rilancio dei tecnici: in che modo interpreta il trend?
A mio avviso, il fattore determinante è l’accresciuto interesse delle famiglie e degli studenti per il collegamento tra la scuola e il mondo del lavoro, un aspetto che emerge con sempre maggiore evidenza grazie al forte impegno dei dirigenti scolastici e dei docenti sul fronte dell’orientamento in uscita dalle scuole secondarie di primo grado (le ex medie), e dei progetti di alternanza scuola-lavoro previsti dalla Buona Scuola per gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado. A ciò si aggiunga che, rispetto ad altri indirizzi, i tecnici consentono o di inserirsi nel mondo del lavoro (con maggiore facilità e “aderenza” alla propria formazione scolastica), o di proseguire gli studi: scelte che, non di rado, maturano solo al termine del percorso di istruzione superiore, quando lo studente acquista maggiore consapevolezza e autonomia di giudizio rispetto al proprio futuro.
 
Su entrambi i fronti, orientamento e alternanza scuola-lavoro, la Categoria è grande alleata della scuola, degli studenti e delle famiglie. Che tipo di supporto offre loro?
Per ciò che concerne l’orientamento, promuoviamo il progetto “Georientiamoci. Una rotta per l’orientamento” (giunto alla sesta edizione), che illustra i percorsi di studio propri degli istituti tecnici CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio) e, più in generale, i possibili sbocchi occupazionali. Tra gli strumenti didattici, il più apprezzato (dai ragazzi, ma anche dagli insegnanti) è il laboratorio BAM, Building and Modeling, introdotto nell’anno scolastico 2016/2017, una sorta di simulatore della progettazione in 3D che proietta gli studenti in una dimensione innovativa: è anche grazie al successo di questa iniziativa che le iscrizioni al CAT per l’anno scolastico 2019/2020 hanno fatto registrare un incremento del 5,7%. Sul fronte alternanza scuola-lavoro abbiamo elaborato un modello progettuale che, nella cornice disegnata del protocollo siglato con il MIUR a gennaio 2018 e in maniera complementare al percorso didattico operato dai docenti, concorre a fare apprendere ai futuri diplomati CAT le attività distintive che dovranno esercitare nella prassi, e a stimolare la conoscenza di applicazioni, strumenti e processi che accompagnano la trasformazione digitale della professione: cloud computingInternet of Thingsblockchain. Anche qui i risultati non mancano: stando ai dati dell’indagine condotta da AlmaDiploma e AlmaLaurea sulle scelte lavorative compiute da 85mila diplomati dopo la maturità, chi ha svolto attività di alternanza scuola-lavoro durante gli studi ha il 40,6% in più di probabilità di trovare lavoro.
 
L’investimento in tecnologia e innovazione di cui certamente beneficeranno le “nuove leve” non è però una novità: è da tempo un “must” della Categoria, una scelta che precede ampiamente il rapidissimo evolvere della “rivoluzione digitale”.
I geometri sono da sempre perfettamente a proprio agio con la tecnologia: è la loro migliore alleata nello svolgimento degli incarichi professionali, uno strumento essenziale per ridurre i margini di errore, ottimizzare i tempi di esecuzione, dialogare con una molteplicità di soggetti utilizzando un linguaggio univoco. Va da sé che questa conoscenza deve essere costantemente implementata: da qui l’impegno del Consiglio Nazionale di garantire ai propri iscritti un’offerta formativa di eccellenza, propedeutica allo sviluppo di quelle competenze ad alto valore aggiunto necessarie per soddisfare le richieste del mercato del lavoro e le esigenze della collettività. Prezioso, in tal senso, l’apporto della controllata GEOWEB (in società con SOGEI), artefice della progressiva (e sempre più sofisticata) digitalizzazione della Categoria.
 
QUI l’intervista pubblicata su Italia Oggi

Maggiori informazioni


La Rete Professioni Tecniche ufficializza i "bandi - tipo"
11/03/2019 - Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

“L’approvazione dei ‘bandi – tipo’ per i concorsi di progettazione e per l’affidamento di servizi di architettura e ingegneria, insieme alla ‘guida’ per una corretta redazione dei modelli e degli schemi - afferma il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli - è il risultato di una attività di squadra portata avanti da un gruppo di lavoro con altissima professionalità e competenza, che ha saputo concretizzare il contributo multidisciplinare apportato dai rappresentanti delle diverse Categorie che fanno parte dell’associazione. Ancora una volta - aggiunge concludendo il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli - la Rete Professioni Tecniche ha potuto mettere in evidenza, in modo oggettivo e senza oneri per le finanze dello Stato, il ruolo fondamentale che quotidianamente viene svolto a supporto della Pubblica Amministrazione, per la crescita e per il miglioramento dei servizi offerti all'intera comunità”.
 
Con queste parole viene commentato l’impegno profuso per il raggiungimento di un obiettivo importante, da mettere a disposizione delle Stazioni Appaltanti che operano sul territorio nazionale, che delinea regole certe e trasparenti da adottare in modo omogeneo sull’intero territorio nazionale.
 
In particolare, i “bandi – tipo” sono in linea con la delibera n°723/2018 dall’ANAC e puntano alla centralità del progetto, favorendo anche le medio - piccole strutture professionali che caratterizzano il tessuto economico del nostro Paese. Un effort intrapreso nel pieno rispetto del codice vigente.
 
Per facilitare la compilazione dei documenti pubblicati è stata redatta anche una “guida” ai “bandi - tipo” che si articola in due parti:

- la prima dedicata sia alle  modalità di affidamento della progettazione nei concorsi, sia agli strumenti da utilizzare  (ai sensi degli artt. 152-153-154-155-156 del codice). In questa sezione sono allegati  i “bandi – tipo” per i concorsi di progettazione e di idee;

- la seconda basata sulle modalità di affidamento di servizi di architettura e ingegneria, in relazione alla fasce di importo stimato dai corrispettivi posti a base di gara, in applicazione degli artt. 36 e 157 del codice (D.Lgs.50/2016 e ss.mm.ii.). In questa area sono allegati i documenti di gara, che possono essere utili sia alle  stazioni appaltanti, sia ai professionisti interessati a partecipare alle procedure di affidamento.

“In un quadro normativo disarticolato e complesso – spiega il Consigliere CNGeGL Pasquale Salvatore - il lavoro di impostazione dei contenuti e di redazione dei modelli da adottare quali "bandi tipo" rappresenta un intervento a sostegno dell’operatività delle stazioni appaltanti e, in particolare, alla delicata attività dei Responsabili Unici del Procedimento (RUP). Un intento dettato dallo spirito che ha animato fin dall’inizio i componenti del gruppo di lavoro RPT, orientati a concorrere nello snellimento delle procedure, contribuendo alla trasparenza, all'apertura del mercato ed al rilancio della centralità del progetto. La documentazione perfezionata, inoltre, vuole mettere a disposizione "indicazioni" e "suggerimenti" finalizzati a rendere omogenei e ordinati anche i riferimenti a livello nazionale, ad ampliare la platea dei professionisti destinatari di incarichi, a consentire la partecipazione con i requisiti minimi indispensabili, garantendo comunque la qualità delle prestazioni. Principi - completa il Consigliere CNGeGL Pasquale Salvatore - da sempre sostenuti dalla RPT, che saranno reiterati nelle sedi opportune, con l'auspicio che vengano recepiti completamente”.
 
In materia è stata pubblicata una circolare RPT in cui sono riportati anche i ringraziamenti ai componenti del tavolo di lavoro, fra i quali sono elencati Pasquale Salvatore ed Ezio Piantedosi per il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati.
 
Come indicato dal Coordinatore del gruppo “Lavori Pubblici”, l’architetto Rino La Meldola, i “bandi – tipo” e la “guida” vengono pubblicati su tutti i siti delle Categorie aderenti alla Rete Professioni Tecniche. Per il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, è stata predisposta una apposita sezione (QUI il link per la consultazione).

Maggiori informazioni


Catasto fabbricati: aggiornamento software Docfa+4004
11/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Docfa permette la compilazione del modello di "Accertamento della Proprietà Immobiliare Urbana".

Maggiori informazioni


Variazioni colturali: aggiornamento software Docte2
11/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Docte permette agli ordini professionali e alle associazioni di categoria di elaborare e fornire agli uffici provinciali - Territorio i dati delle denunce di coltura delle particelle censite al Catasto terreni.

Maggiori informazioni

Voltura catastale: aggiornamento software Voltura1
11/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software Voltura è finalizzato alla presentazione su supporto informatico delle informazioni necessarie alla effettuazione delle volture catastali.

Maggiori informazioni

Software UniCert
01/03/2019 - Agenzia delle Entrate
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Il software UniCert permette la compilazione della "Richiesta di certificazione o Rilascio di copia" Mod3T-311 in formato elettronico ".xml".

Maggiori informazioni


AdEPP. Bene la proposta del Sottosegretario Durigon di allargare la platea dei contribuenti all'Inpgi
28/02/2019 - Cassa Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

L’Adepp condivide le preoccupazioni del sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon sulla situazione dell’Inpgi, l'Istituto di previdenza dei giornalisti, che subisce da molti anni le conseguenze della grave crisi dell’editoria.

L’Adepp auspica che il Governo intervenga con urgenza nella direzione indicata proprio dal sottosegretario Durigon, quella di un allargamento della platea dei contribuenti all’Inpgi che consentirebbe all'Ente di riportare i propri conti in sicurezza.

Questa soluzione non solo garantirebbe all’Inpgi di restare autonomo e continuare a svolgere la propria funzione istituzionale nell'ambito del sistema previdenziale, ma sarebbe anche un giusto riconoscimento delle profonde trasformazioni che il mondo delle professioni sta attraversando e che devono poter trovare rappresentazione e tutela nella previdenza."

Maggiori informazioni



Gli atti di aggiornamento catastali superano la prova della semplificazione
26/02/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

Una scelta di razionalità e semplificazione, pronta a divenire un buon esempio per tutti. E’ il senso che l’Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale della Lombardia e la Consulta Regionale dei Geometri e Geometri Laureati della Lombardia hanno voluto dare all’impegno profuso per oltre un anno, durante il quale sono stati esaminati attentamente gli aspetti suscettibili di un miglioramento. Una collaborazione avviata con l’obiettivo di ottenere una maggiore omogeneità nella compilazione e nella trattazione degli atti di aggiornamento del Catasto Edilizio Urbano regionale.
 
Il risultato raggiunto è stato presentato nell’ambito del seminario “Linee guida operative sull’accettazione degli atti di aggiornamento del Catasto Edilizio Urbano”, che ha evidenziato come il documento conclusivo basato sulla procedura Docfa, l’applicativo che i professionisti utilizzano per presentare gli atti di aggiornamento catastale, consente ora anche ai professionisti meno esperti di arrivare a una redazione senza errori del documento. Alla base del processo una inedita interpretazione delle Linee guida, intese non come un mero riepilogo della normativa di riferimento, ma come il compendio completo della trattazione dei casi concreti e particolari, a cui si aggiungono le oltre 40 FAQ di sintesi alle criticità sollevate dai professionisti. Un esempio per tutti, la causale “esatta rappresentazione grafica” che si usa per le piccole correzioni che non comportano variazioni di consistenza o di rendita, a cui viene data per la prima volta una risposta.
 
Una prima versione che sarà senz’altro oggetto di aggiornamenti - spiegano gli addetti ai lavori riferendosi al documento illustrato – e integrazioni volte a garantire l’adeguamento a norme e disposizioni di prassi che interverranno nel tempo, oltre a problematiche aggiuntive che, in seguito, possono emergere dai fruitori. Al più presto, la versione digitale del documento sarà disponibile sui siti del Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Milano e dell’Agenzia delle Entrate.
 
Nel frattempo, l’analoga e lungamente consolidata sinergia in essere fra l’Agenzia delle Entrate e il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, ha messo in agenda un altro appuntamento, questa volta dedicato alla evoluzione delle procedure di aggiornamento degli Archivi catastali – Dichiarazione DOCFA e “Scrivania del Territorio”. All’incontro, che si è svolto la scorsa settimana a Roma, presso la sede di Largo Leopardi, fra gli altri esponenti apicali delle Categorie tecniche nazionali, erano presenti il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli e il Consigliere CNGeGL Serafino Frisullo. I temi trattati hanno toccato diversi argomenti, come la comunicazione del Settore Servizi Cartografici rispetto ai progetti e alle procedure che hanno delle ricadute sulle attività dei professionisti; le modalità dichiarative al Catasto Edilizio Urbano degli immobili ubicati nei porti di rilevanza nazionale e internazionale; le osservazioni emerse dalla sperimentazione del nuovo applicativo “Scrivania del Territorio” e del Docfa; le analisi delle risultanze del primo biennio di utilizzo della procedura in formato telematico per la dichiarazione di successione e voltura catastale, seguite dalla possibile evoluzione della stessa, relativamente ai nuovi servizi da rendere disponibili a professionisti e imprese. 
 
QUI la galleria fotografica del seminario di Milano
QUI la rassegna stampa 

Maggiori informazioni


Focus sul mercato delle valutazioni immobiliari
26/02/2019 - Consiglio Nazionale Geometri
(Pubblicata da Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia)

In quale scenario di mercato si pone attualmente il perito valutatore immobiliare e quali sono le nuove opportunità professionali a disposizione? Un interrogativo che vuole avviare un approfondimento tematico con Antonio Benvenuti, Vice Presidente CNGeGL, che svolgendo importanti ruoli nazionali e internazionali (tavolo di lavoro per la stesura delle “Linee Guida ABI” per la valutazione degli immobili in garanzia, membro del Board TEGoVA e Presidente Comitato Scientifico di Schema per ISO.17024, ecc.) nel corso degli ultimi anni ha indubbiamente partecipato a definire il nuovo profilo degli operatori coinvolti. Una evoluzione che ha inciso profondamente nel settore, anche a favore dei consumatori

Maggiori informazioni



home page Home Page
contatti Contatti
motore di ricerca Ricerca
Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia
P.le Cesare Battisti, 12 - 25128 Brescia (BS)
Cod.Fisc. 80046920171 - Tel.: 0303706411 - Fax: 030306867
e-mail: sede@collegio.geometri.bs.it - PEC: collegio.brescia@geopec.it

hosting e sviluppo iww.it - © 2010-2019 tutti i diritti riservati
Privacy - Condizioni d'uso e Copyright - Visualizzazione ridotta/classica